domenica 13 novembre 2011

Facciamo festa: oggi primo giorno post regime


Cumuli di macerie ovunque, lacrime e sangue da versare (ancora e di più, se possibile) e consapevolezza che sarà dura, durissima. Ma c'è un po' di spumante che aspetta solo di essere bevuto per far festa. E' finito il regime. Dobbiamo festeggiare: Salute!

3 commenti:

  1. Speriamo non sia il primo del nuovo.

    RispondiElimina
  2. Ieri le borse sono calate, lo spread è aumentato,è un caso o un segnale?
    Per quanto riguarda le lacrime e il sangue tutto dipende da chi dovrà piangere e sanguinare, speriamo non siano sempre i soliti noti. Non dimentichiamo che il parlamento è rimasto quello di prima, comunque sono ottimista anch'io, ma con riserva, come Monti.

    RispondiElimina
  3. Condivido, Salvatore. Credo che Monti sia al momento (che è più che drammatico) l'unica risorsa in grado di far ripartire in qualche modo (e dalle macerie) il disastrato Paese. Ha ragione Super Mario quando resta perplesso di fronte ad una data di scadenza che vorrebbero imporgli. Non si crede uno yougurt e le persone responsabili lo sanno.

    RispondiElimina