giovedì 3 febbraio 2011

Oggi siamo sul Fatto


Eugenia Romanelli lancia oggi nell'inserto culturale (Smart Time) de Il Fatto Quotidiano un'intervista che rivela le mie gesta recenti e quelle in progress. Si parla a profusione anche della detective story. Si parla di voi, ragazzi!

13 commenti:

  1. Grande Gianni.
    Ti immagino con maschera, scudo e mantello.
    Davvero una bella iniziativa. Spero possa portare a cose belle e dare spunto ad altre mille idee.

    RispondiElimina
  2. Grazie, Luigi. Io sono un po' risorgimentale, in effetti. E amo molto Dumas e Edmond Dantes!

    RispondiElimina
  3. Una copia del Fatto ogni giorno entra anche in casa mia, è il quotidiano dei miei figli. Stasera leggerò. Ciao ciao, Giuseppe

    RispondiElimina
  4. @Giuseppe. E' sul Fatto di giovedì 3

    RispondiElimina
  5. Un bel paginone, forza Gianni!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Yorick! Sì, una bella soddisfazione! Spero che torni utile anche alle grandi iniziative dell'ottimo Franco Borghi. Mi dice che le prove delle tazzine sono a buon punto. E il cosiddetto concorso sta volgendo al termine...

    RispondiElimina
  7. Leggo adesso la notizia...
    UAOOOOOOOO!!!!!!
    Sono felice per te Gianni!!!!! :)))

    RispondiElimina
  8. Ripeto l'urlo di Eluz, certo mi rendo conto di non poter essere definito un giovane talento, ma un tifoso si.

    RispondiElimina
  9. Bravo Gianni!Gia'letto e riposto con cura.
    A proposito di "feticismo cartaceo" di cui
    parlavamo tanti post fa.

    RispondiElimina
  10. Carissimo Salvatore, lo "UAOOOOOOO!" di Eluz che condividi (e che faccio mio) è una perfetta sintesi di quello che abbiamo combinato in questi mesi (tra alti e bassi, più alti però). Abbiamo dato vita ad un blog di scrittura creativa e frizzante: e ora che sta volgendo al termine un concorsuccio (piccino picciò: in palio non c'è che un set di tazzine e una librino con un raccontino noir) si affaccia un bel giornale a raccontare il nostro divertimento e certe cose che potrebbero verificarsi, se questa vena di fantasia dovesse ispirarci ancora. Per quel che riguardas il fatto puramente anagrafico: certo, largo ai giovani... Ma largo soprattutto ai giovani di testa: e che io sappia, tu sei un bambino!!!

    RispondiElimina
  11. Badit: feticismo ovviamente condiviso!

    RispondiElimina
  12. Un grazie a Eugenia Romanelli che ha saputo interpretare in maniera perfetta il progetto buy a comic, tazzine comprese, oltre ad aver dato una bella immagine della "potenza" artistica di Gianni ( è ovvio che non è sufficiente una breve intervista per dar conto della sua bravura. Ci vorrebbe un libro..... e chissà che prima o poi!
    FB

    RispondiElimina